una caduta sugli sci

Paziente maschio di 34 anni, trauma sugli sci alla spalla destra. Si procura una frattura di clavicola diafisaria scomposta pluriframmentata. Viene trattato cruentemente in acuto nell'Ospedale della localita' sciistica.

Dopo 7 gg dall'intervento lo vediamo presso il nostro Pronto Soccorso e il quadro clinico e radiografico è il seguente (15 C1 Classificazione AO)

 

IMG 7620 copia  frattura clavicola pseudo 

Abbiamo rimosso il filo di K che decubitava sulla pelle , eseguito tampone del tramite risultato positivo per Staphylococcus Epidermidis. Ves 41, PCR 18.5 mg/L

Impostata terapia antibiotica mirata per 7 gg e ripetuti controlli VES e PCR fino a normalizzazione del valore.

Pianificazione dell'intervento chirurgico 

La nostra scelta è stata quella di di eseguire un intervento di riduzione e sintesi con placca LCP (titanio) modellata, innesto osseo autologo da prelievo da cresta iliaca per poter dare uno stimolo biologico alla frattura che precedentemente era stata esposta per la riduzione. Posizionata stecca di osso da cadavere per dare un supporto meccanico alla sintesi, avendo rimosso alcuni frammenti ossei devitalizzazti presenti a livello del focolaio di frattura.

 

 intra op clavicola  clavicola post op 

Immagini intra operatorie del risultato e radiografiche nel post operatorio

Di seguito i follow up a 2 mesi e a 6 mesi.

 

fu clavicola 2 mesi copia  fu 8 mesi copia

Si mostra la buona evoluzione della guarigione e la consolidazione della frattura.

 

Notice: questo è il sito web di un reparto ospedaliero appartenente al SSN italiano come tale no profit, contenente articoli informativi il cui unico scopo è favorire la conoscenza scientifica nel pubblico interesse. Questo articolo in alcun modo deve essere utilizzato per curare o curarsi o per sostituirsi al parere dei Medici. Tutti i casi mostrati nell'articolo sono resi anonimi e sono casi trattati da OTB.