ANCA

  • anca

 

L’artrosi dell’anca, o coxartrosi, è la più comune malattia che possa colpire l’anca dell'adulto. E’ una malattia cronico-degenerativa, che si instaura progressivamente e conduce ad una disabilità crescente nell'arco di alcuni anni.

La coxartrosi è una sorta di usura dei capi articolari, nella quale lo strato di cartilagine che riveste la testa del femore e la cavità acetabolare si assottiglia progressivamente fino a scomparire del tutto e ad esporre l’osso sottostante. Questo reagisce addensandosi e producendo escrescenze periferiche appuntite, gli osteofiti. Nelle fasi più avanzate della malattia la capsula articolare si ispessisce e i muscoli si retraggono fino a determinare le deformità che caratterizzano le coxartrosi di vecchia data: anche semiflesse, rigide, ruotate all’esterno. Il dolore è localizzato all’inguine ma talvolta può irradiarsi anche posteriormente ai glutei ed inferiormente fino al ginocchio. In qualche caso il dolore al ginocchio è il primo sintomo dell'artrosci dell'anca.

La coxartrosi è una patologia tipica dell’età avanzata (oltre i 60 anni), soprattutto nelle sue forme primarie (ovvero a causa ignota), che dimostrano peraltro una certa predilezione per il sesso maschile. Se si considerano le forme secondarie, cioè conseguenti ad una patologia pre-esistente, l’età media di insorgenza si abbassa a 35-40 anni e si osserva, almeno nel nostro paese, una prevalenza femminile legata alla forte incidenza della displasia dell’anca. Un’altra causa che sembra generare un numero elevato di artrosi delle anche se non diagnosticata e trattata in tempo, è il Conflitto Femoro-Acetabolare. Un Medico della nostra equipe vi visiterà e vi prescriverà le radiografie necessarie (che quasi sempre da sole sono sufficienti per fare diagnosi di coxartrosi). Il trattamento quasi sempre è chirurgico ed è la sostituzione protesica articolare.

PTA

Presso la nostra Unità Operativa ogni anno vengono trattati un elevatissimo numero di pazienti affetti da coxartrosi, impiantiamo Protesi di moderna generazione in titanio con accoppiamenti ceramica-ceramica e siamo in grado di effettuare la sostituzione Protesica dell’anca con Tecnica Mini-Invasiva che consiste nell’impiantare la Protesi Articolare attraverso una Mini incisione cutanea (7-8 cm) risparmiando i tessuti muscolari. Questa innovativa tecnica chirurgica abbrevia i tempi di recupero e riduce il dolore post-operatorio (clicca qui e leggi l'articolo in OTB News per saperne di più sulla protesi all'anca impiantate con tecnica mini-invasiva). Presso la nostra Unità operativa si effettuano anche revisioni (sostituzioni) di Protesi precedentemente impiantate perché usurate o infette.

Consulta l'area dedicata alle patologie dell'anca per saperne di più.

fig5a vignali pos

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

articoli UTILI CORRELATI